News

23 marzo 2010

Elezioni Lazio:
“Mia moglie, cittadina tedesca, contribuente del fisco italiano, non può votare alle regionali in Italia in quanto cittadina straniera, e non può votare alle regionali in Germania poiché residente in Italia: il trionfo dell'Europa delle Regioni...."
Lo denuncia Paolo Pietrosanti in una lettere inviata oggi a tutti i parlamentari italiani.

Il testo della lettera:

Roma, 23 marzo 2010

Egregio Senatore, Egregio Deputato,
mi preme attirare con urgenza la Sua attenzione di Legislatore su un problema decisamente grave.
Un problema che riguarda molte migliaia di persone, tra le quali mia moglie, cui è sottratto il diritto di voto nelle elezioni regionali.
La circostanza ci interessa certo nella contingenza del mio essere oggi candidato al Consiglio Regionale del Lazio, nella Lista Bonino-Pannella; ma indipendentemente da questo è gravissimo che a un così elevato numero di persone sia sottratto in misura tanto rilevante l’esercizio della sovranità popolare.

Mia moglie è cittadina tedesca, quindi dell’Unione. Risiede da tempo a Roma con me e nostra figlia.
Partecipa ad eleggere il Parlamento Europeo votando in Italia per la delegazione italiana al PE, vota per il parlamento tedesco a mezzo posta, vota per il Sindaco e il Consiglio comunale di Roma in quanto cittadina comunitaria residente a Roma.
Ma non può votare per Presidente e Consiglio regionale del Lazio poiché non è cittadina italiana, né può votare per il suo Land di provenienza in Germania, non essendo più residente.
Converrà che è insopportabile, e che rende insopportabilmente astratta, se non truffaldina, la…Europa delle Regioni.
Potrà certo replicarmi che non è cosa che possa affrontarsi a livello di Parlamento di uno stato membro, e che occorrerebbe piuttosto investire il Governo con le sue prerogative.
Beh, intanto con un atto di sindacato ispettivo, con una interrogazione, il Governo può ben investirsi, e il problema può in concreto porsi.
Confido in un Suo riscontro e nel Suo impegno.
A molti, molti cittadini europei - sui cui passaporti la dizione UNIONE EUROPEA precede il nome dello Stato membro - viene sottratta una scheda elettorale solo perché, paradossalmente, risiedono nell’Unione ma non nel paese di cui sono cittadini.
Se non fosse vero, sembrerebbe difficile crederlo.

A presto, spero

Paolo Pietrosanti

347 391 2206

<< Homepage

Altre News

26 marzo 2010:
Il Presidente della Camera Gianfranco Fini scrive a Paolo Pietrosanti per comunicargli di avere investito le commissioni competenti e i loro membri. Leggi tutto

25 marzo 2010:
Un nutrito gruppo di deputati e senatori risponde con impegno concreto alla lettera di Paolo Pietrosanti, alla cui moglie è incredibilmente sottratto il diritto di voto alle Regionali. Leggi tutto

24 marzo 2010:
Terzo filo diretto da Radio Radicale con gli ascoltatori. Ascolta

24 marzo 2010:
Ma lo sapete quante persone con disabilità non vengono a visitare Roma e il Lazio a causa della inaccessibilità di luoghi d'arte e di interesse turistico? Leggi tutto

23 marzo 2010:
Secondo filo diretto da Radio Radicale con gli ascoltatori. Ascolta

23 marzo 2010:
Lettera ai parlamentari italiani: "Mia moglie, cittadina tedesca, contribuente del fisco italiano, non può votare alle regionali né in Italia né in Germania" Leggi tutto

22 marzo 2010:
Paolo Pietrosanti in filo diretto da Radio Radicale con gli ascoltatori. Ascolta

17 marzo 2010:
Diritto di voto per i disabili gravissimi: la mia amica deputata radicale Rita Bernardini non ha del tutto ragione. Leggi tutto

17 marzo 2010:
COMUNICATO STAMPA

Per le testate giornalistiche un comunicato inusuale da Paolo Pietrosanti, candidato al Consiglio regionale del Lazio. Leggi tutto

12 marzo 2010:
Manifesti abusivi: avvocati a disposizione dei condomìni per richiedere i danni. Leggi tutto

11 marzo 2010:
Taxi e Noleggio con conducente nel Lazio e a Roma; la drammatica scadenza del 1 aprile. Leggi tutto

8 marzo 2010:
Paolo Pietrosanti si schiera con gli NCC: saremo in piazza con voi. Leggi tutto

6 marzo 2010:
Trasporti: rapidità ed efficienza passano per le misure del programma Bonino... Leggi tutto