News

17 marzo 2010

COMUNICATO STAMPA
LICENZE, TRASPORTI, TAXI, COMMERCIO: PIETROSANTI (LISTA BONINO-PANNELLA) PROPONE LE ATTUALISSIME POSIZIONI DEGLI AMICI DEL MONDO.
Per le testate giornalistiche un comunicato inusuale da Paolo Pietrosanti, candidato al Consiglio regionale del Lazio

Da: Cattani, Conigliaro, Scalfari “I padroni della città”, atti del convegno degli amici del Mondo, Laterza, Bari 1957

Pag. XVI
Pannunzio: la missione degli amici de Il Mondo è quella di seccare il loro prossimo politico e burocratico chiedendo il rispetto della legge

Pag. 113
E. Scalfari: I parassiti del mercato della carne a Roma sono i commissionari, i quali sono i soli ad avere la licenza dal Comune. Essi sono 14 in tutto e guadagnano 4 milioni all’anno; tuttavia essi appartengono tutti a solo cinque nuclei familiari, i quali intascano, ogni anno, 40 milioni caduno, soldi regalati dal Comune di Roma, e si trasferiscono le licenze da padre in figlio.

Pag. 124
E. Scalfari. Un classico esempio di ragionamento viziato. Sostengono i macellai: “Le licenze di commercio sono troppo numerose, lo testimonia la scarsa quantità di carne venduta da ciascun negozio”. Sbagliato per due motivi: 1) la quantità di carne venduta è bassa perché, all’ingrosso è stata fatta la scelta di vendere quantità minori di carne a prezzi più alti, invece che il contrario; 2) il libero mercato non garantisce, a tutti i commercianti, di vendere molta carne, anzi garantisce una cosa sola: che il commerciante inefficiente viene espulso dal mercato, mentre i commercianti che restano vendono maggiori quantità di carne a prezzi più bassi. Quindi, il fatto che in media la quantità di carne venduta sia bassa, significa soltanto che sono presenti sul mercato molti commercianti che avrebbero dovuto essere espulsi da tempo, e che non lo furono solo perché non c’è libero mercato.

Pag. 170
Ernesto Rossi: “Qualsiasi ramo di attività economica si prenda in esame, si troverà sempre che gli “abituali operatori” (ossia gli operatori già presenti nel mercato), sono convinti di essere in troppi a fare lo stesso mestiere; ma solo la libera concorrenza, gettando fuori dal mercato coloro che producono a costo più alto, può determinare a posteriori, l’equilibrio più conveniente per i consumatori.
Il problema non si risolve aumentando il numero delle licenze: se, in una grande città, invece di mille macellerie si consente di aprire duemila macellerie, non per questo aumenta la concorrenza; dietro la trincea della licenza, i duemila macellai si mettono d’accordo, così come prima si accordavano i mille. Non solo; poiché l’accordo viene trovato al prezzo che consente di vivere anche ai macellai che sanno far peggio il loro mestiere, nei negozi peggio situati, l’aumento delle macellerie provoca spesso un ulteriore rincaro a danno dei consumatori, in quanto su ogni unità venduta si deve caricare un maggior numero di spese generali.
Il problema si risolve pertanto solo abolendo il sistema delle licenze, non semplicemente aumentando le licenze, in modo che la concorrenza selezioni i commercianti al dettaglio come seleziona gli operatori negli altri campi; in modo che nessuno abbia il diritto di vivere facendo il commerciante al dettaglio solo perché in passato l’ha fatto suo nonno.

Per informazioni: paolo@pietrosanti.net – 347 391 2206

<< Homepage

Altre News

26 marzo 2010:
Il Presidente della Camera Gianfranco Fini scrive a Paolo Pietrosanti per comunicargli di avere investito le commissioni competenti e i loro membri. Leggi tutto

25 marzo 2010:
Un nutrito gruppo di deputati e senatori risponde con impegno concreto alla lettera di Paolo Pietrosanti, alla cui moglie è incredibilmente sottratto il diritto di voto alle Regionali. Leggi tutto

24 marzo 2010:
Terzo filo diretto da Radio Radicale con gli ascoltatori. Ascolta

24 marzo 2010:
Ma lo sapete quante persone con disabilità non vengono a visitare Roma e il Lazio a causa della inaccessibilità di luoghi d'arte e di interesse turistico? Leggi tutto

23 marzo 2010:
Secondo filo diretto da Radio Radicale con gli ascoltatori. Ascolta

23 marzo 2010:
Lettera ai parlamentari italiani: "Mia moglie, cittadina tedesca, contribuente del fisco italiano, non può votare alle regionali né in Italia né in Germania" Leggi tutto

22 marzo 2010:
Paolo Pietrosanti in filo diretto da Radio Radicale con gli ascoltatori. Ascolta

17 marzo 2010:
Diritto di voto per i disabili gravissimi: la mia amica deputata radicale Rita Bernardini non ha del tutto ragione. Leggi tutto

17 marzo 2010:
COMUNICATO STAMPA

Per le testate giornalistiche un comunicato inusuale da Paolo Pietrosanti, candidato al Consiglio regionale del Lazio. Leggi tutto

12 marzo 2010:
Manifesti abusivi: avvocati a disposizione dei condomìni per richiedere i danni. Leggi tutto

11 marzo 2010:
Taxi e Noleggio con conducente nel Lazio e a Roma; la drammatica scadenza del 1 aprile. Leggi tutto

8 marzo 2010:
Paolo Pietrosanti si schiera con gli NCC: saremo in piazza con voi. Leggi tutto

6 marzo 2010:
Trasporti: rapidità ed efficienza passano per le misure del programma Bonino... Leggi tutto